Vietato commettere errori a Napoli. Mazzarri: “Non possiamo lasciarci sfuggire la qualificazione”. Tuttavia, la situazione di Osimhen agita la vigilia.

Estimated read time 3 min read
Walter Mazzarri
Contro il Braga in palio la qualificazione agli ottavi, gli azzurri possono permettersi il lusso di perdere anche con un gol di scarto. Il nigeriano vola in Marocco per un premio
NAPOLI – La spiegazione sull’assenza di Osimhen l’ha data il portavoce del Napoli, Nicola Lombardo. “Victor è in gara per il Pallone d’oro africano, un premio molto importante: è nella lista ristretta con Salah e altri campioni di questo livello, per questo di comune accordo con la società è partito dopo il lavoro individuale svolto in mattinata”. Nessun caso, insomma. Ma Walter Mazzarri non si è sbilanciato in vista della sfida contro il Braga. “Oggi era una giornata di scarico, il giocatore ha fatto ciò che doveva. Appena torna gli parlerò e capirò se è in condizione di partire dall’inizio, tra i titolari. Oltretutto tra poco c’è anche la Coppa d’Africa, sappiamo che bisognerà farne a meno di lui per un po’ e abbiamo due giocatori bravi come Raspadori e Simeone”. Non è dunque escluso che il centravanti nigeriano inizi dalla panchina la sfida in programma domani sera al Maradona, che vale il pass per gli ottavi della finale di Champions League.

Mazzarri bada al sodo e alla vigilia lo ha detto con chiarezza. “Le priorità sono due: passare il turno ed essere solidi. Non dovremo concedere occasioni ai nostri avversari, che sono bravi soprattutto di rimessa nelle ripartenze. Mi piacerebbe vincere la partita contro il Braga e non subire gol”, ha spiegato infatti il tecnico toscano, convinto che il Napoli sarà in grado di reagire alle tre sconfitte di fila con Real Madrid, Inter e Juventus. “Nelle quattro partite da me fatte finora in panchina credo che questa squadra abbia dimostrato di saper giocare al calcio, ma deve ritrovare l’equilibrio che aveva lo scorso anno. Dal punto di vista psicologico la squadra è serena e non ha accusato il colpo. Nelle ultime prestazioni si sono già visti dei progressi, anche se i risultati non ci hanno premiato. Per questo mi aspetto un’inversione di tendenza immediata in Champions, perché la qualificazione in Champions League non può sfuggirci”.

Al Maradona, dove il Napoli non vince da due mesi e mezzo, sono attesi al massimo 40 mila spettatori e serpeggia tra i tifosi la delusione. Ma almeno la classifica fa l’occhiolino al Napoli, che può passare il turno persino perdendo con un gol di scarto. Mazzarri darà fiducia agli undici titolari di Torino, con l’unica incognita di Osimhen. Non è escluso che il bomber faccia staffetta in attacco con Simeone o Raspadori.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours