Vidal dice a Sanchez: “Lascia l’Inter, Inzaghi non ha intenzione di tenerti”.

Estimated read time 3 min read
Alexis Sanchez, 35 anni
L’ex centrocampista si lamenta del tecnico nerazzurro: “Come può preferire Mkhitaryan a lui? Alexis ha fatto un errore tornando. Dovrebbe andare in un club dove può divertirsi e sentirsi amato dalla gente”
MILANO – Arturo Vidal implora Alexis Sanchez: “Se mi stai ascoltando, per favore lascia l’Inter”. Per lanciare il suo appello, l’ex centrocampista di Juventus e Inter ha scelto i media cileni. Intervistato su Twitch, il pupillo di Antonio Conte, arrivato alla Pinetina nel 2020 e partito due anni dopo, ha dichiarato: “Alexis non avrebbe mai dovuto tornare all’Inter, l’ho anche detto a lui. Avrebbe dovuto andare in un club dove può divertirsi a giocare ed essere amato dalla gente, ma lui è testardo”.
Classifica | Calendario | Classifica marcatori
Per lodare l’amico e connazionale Alexis, Vidal ha persino sminuito le qualità di Lautaro Martinez e Henrikh Mkhitaryan: “Lautaro è un buon attaccante, ma come può non far giocare Sanchez nell’Inter? Mkhitaryan gioca e non Alexis… davvero vorrei uccidermi a pensare a una cosa del genere. Mi fa arrabbiare, Alexis è troppo forte! Lui è felice solo se gioca. E i compagni all’Inter non sono migliori di lui, ma l’allenatore non lo vuole punto. Altrimenti, come si fa a farlo entrare a 9 minuti dalla fine? Mi fa arrabbiare”, ha detto Vidal.
Partendo da tutte le altre posizioni, l’auspicio di Vidal è condiviso anche da molti tifosi dell’Inter: solo se Sanchez dovesse lasciare Milano subito, il club potrebbe prendere già in questo mercato di gennaio un’altra punta, da alternare a Lautaro e Marcus Thuram. Come e più di Arnautovic – anch’egli arrivato la scorsa estate – Sanchez sta deludendo: dall’inizio della stagione, in Serie A e in Champions, ha giocato solo 473 minuti e segnato due gol. L’ultimo gol che ha sbagliato a porta vuota contro il Verona, su un assist (troppo) generoso di Barella, è solo l’ultima delle sue prestazioni deludenti.
Il ritorno di Sanchez la scorsa estate aveva suscitato più di qualche perplessità tra gli interisti. Infatti, il cileno aveva concluso in anticipo il suo rapporto con l’Inter alla fine della stagione 2021/22, polemizzando per i pochi minuti giocati, e aveva richiesto una buonuscita di 4,5 milioni, rispetto ai 7 netti che avrebbe dovuto percepire nell’ultimo anno di contratto. Dopo un anno a Marsiglia, in cui ha segnato 14 gol con l’Olympique in 35 partite, è tornato alla Pinetina con uno stipendio più che dimezzato: tre milioni netti all’anno. La fretta ha motivato il suo ritorno: fino a metà luglio, l’Inter sperava di riaccogliere Lukaku, che ha però scelto la Roma. A quel punto, i dirigenti interisti hanno dovuto fare un mercato d’emergenza, e questo spiega il ritorno del cileno.
Gli Highlights della tappa di oggi

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours