Un giocatore del Nizza condannato a otto mesi per aver diffuso un video contro Israele.

Estimated read time 1 min read

Per il terzino Youcef Atal è stata decisa una sospensione della pena e una multa di 45 mila euro per “istigazione all’odio per motivi religiosi”. Su Instagram ha un seguito di 3,2 milioni di follower.

Youcef Atal, calciatore della nazionale algerina e terzino destro del Nizza, è stato condannato a otto mesi di reclusione, con la pena sospesa, e ad una multa di 45 mila euro per aver condiviso un video che incitava all’odio verso gli ebrei durante il conflitto tra Israele e Hamas. L’accusa era di istigazione all’odio per motivi religiosi. Inoltre, come parte della condanna, dovrà pubblicare la sentenza sui giornali locali Nice-Matin e Le Monde a proprie spese.

Nel processo, iniziato il 18 dicembre, l’accusa aveva richiesto una condanna a dieci mesi di reclusione e una multa di 45 mila euro, oltre alla pubblicazione della sentenza sulla homepage del suo account Instagram per un mese. L’account del giocatore conta più di 3,2 milioni di iscritti.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours