Superlega rappresenta una svolta epocale: la Corte UE sconfessa Fifa e Uefa: “È illegale vietare altre competizioni”. A22: “Il dominio esclusivo è giunto alla fine”.

Estimated read time 2 min read

La Corte di giustizia europea ha dichiarato che impedire ai club e ai giocatori di partecipare a competizioni come la Superlega è illegale. La sentenza afferma che le regole di approvazione preventiva della FIFA e dell’UEFA per le competizioni tra club sono contrarie al diritto dell’Unione Europea. Inoltre, la Corte critica l’assenza di un quadro normativo trasparente e non discriminatorio da parte di FIFA e UEFA.

La Corte sottolinea che l’organizzazione di competizioni di calcio per club e lo sfruttamento dei diritti televisivi sono attività economiche che devono rispettare le regole della concorrenza e delle libertà di movimento. FIFA e UEFA vengono accusate di abuso di posizione dominante e di danneggiare le squadre europee, le imprese del settore dei media e i consumatori.

La reazione della società A22 Sports management, che detiene i diritti della Superlega, è stata positiva. Essi sostengono che il monopolio dell’UEFA è terminato e che i club sono ora liberi dalle minacce di sanzioni. Proposero anche la visione gratuita di tutte le partite della Superlega per i tifosi.

L’UEFA ha risposto sottolineando che la sentenza non è un riconoscimento della Superlega e che l’organizzazione confida nelle sue nuove regole per garantire il rispetto delle leggi e dei regolamenti europei. L’UEFA ribadisce il suo impegno nel sostenere la piramide del calcio europeo, collaborando con le federazioni nazionali, le leghe, i club, i tifosi, i giocatori, gli allenatori, le istituzioni dell’UE, i governi e i partner.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours