Sette candidati improprio idonei in Sardegna alle elezioni regionali, inclusa un’assessora uscente. Le accuse mosse comprendono corruzione, attività terroristiche e spaccio di sostanze stupefacenti.

Estimated read time 2 min read

I nomi considerati dalla commissione Antimafia guidata da Chiara Colosimo stanno attirando l’attenzione.
Sette candidati alle elezioni regionali in Sardegna sono stati inclusi nella lista degli “inaccettabili” della commissione Antimafia. La presidente della commissione parlamentare, Chiara Colosimo (FdI), ha comunicato i nomi dei politici considerati “in violazione del codice di autoregolamentazione” all’inizio della seduta.
Tra di loro ci sono Valeria Satta, assessora uscente dell’Agricoltura e candidata con Lega Salvini Sardegna, e Valerio De Giorgi, candidato nella lista Democrazia cristiana con Rotondi. Maria Grazia Giordo è candidata con Sinistra futura, Sergio Oriti Niosi con Forza Italia-Berlusconi-PPE, Antonello Peru con Sardegna al centro 20venti, Giovanni Satta con Alleanza Sardegna-Pli e Salvatore Sechi con Liberu.
In particolare, Valerio De Giorgi è stato rinviato a giudizio il 14 giugno 2022 per corruzione. L’udienza del processo è prevista per l’8 marzo prossimo. Maria Grazia Giordo è stata condannata in primo grado dal tribunale di Cagliari a sette anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico di droga. È stato presentato un appello contro la sentenza, che è ancora in corso presso la Corte d’appello di Cagliari.
Sergio Niosi Oriti è stato rinviato a giudizio il 18 maggio 2021 per corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio. Il processo è in corso e la prossima udienza è fissata per il 22 marzo prossimo. Antonello Peru è stato rinviato a giudizio dal gip del tribunale di Oristano il 15 giugno scorso ed è attualmente a processo per corruzione per l’esercizio della funzione e per corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio. Giovanni Satta è a processo per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cagliari l’ha rinviato a giudizio il 20 dicembre 2017 e il dibattimento è ancora in corso.
L’assessora Valeria Satta è a giudizio per concussione nell’ambito di un’inchiesta sulla nomina di due dirigenti regionali condotta dalla Procura di Cagliari, che coinvolge anche il presidente uscente della Regione, Christian Solinas. Salvatore Sechi è a processo dopo il rinvio a giudizio deciso dal giudice per l’udienza preliminare a Cagliari il 3 dicembre 2013, per associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o eversione dell’ordine democratico. Il dibattimento è ancora in corso.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours