Quali sarebbero stati gli esiti dei campionati con la nuova formula? Le squadre italiane qualificate, ma nessuna raggiungerà gli ottavi di finale.

Estimated read time 3 min read
Pep Guardiola con la Coppa dei Campioni
Dal 2024/25 addio alla fase a gironi: ci sarà una classifica unica. Abbiamo simulato gli effetti con i risultati di questa stagione. E ci sono delle sorprese
ROMA – Un gioco. Al massimo una simulazione. Con un buon grado di approssimazione, perché molte regole cambieranno. Ma visto che è un gioco o poco di più, si può provare a forzare la mano. Se le regole della nuova Coppa dei Campioni, quella che nascerà nel 2024/25, fossero applicate oggi, Milan e Manchester United non sarebbero eliminati. Le italiane sarebbero tutte qualificate, ma nessuna agli ottavi: per raggiungerli dovrebbero prima giocare dei play off, in cui Inter, Lazio e Napoli sarebbero teste di serie e potrebbero beneficiare del fattore campo, il Milan no.
Quella che si è appena conclusa è stata l’ultima volta della Champions League come la conoscevamo fino a oggi. Tra un anno, la fase a gironi scomparirà, sostituita da un campionato unico, con una sola classifica in cui saranno messe in fila le 36 squadre partecipanti (non più 32) in stile Eurolega di basket. Tutte le squadre giocheranno 8 partite nella prima fase, non più 6. E contro 8 avversarie diverse, non le stesse 3 affrontate in andata e ritorno come è stato fino a ieri. Insomma, ci saranno evidenti differenze rispetto al recente passato.
Ma per provare a simularne l’effetto, proviamo a mettere in graduatoria le squadre di questa edizione, usando i parametri che saranno usati tra un anno: punti fatti, poi differenza reti, gol fatti e in caso scontri diretti. Le prime 8 sono quelle direttamente qualificate agli ottavi di finale, e che quindi rispetto alle altre giocheranno un turno in meno. I nomi non sorprendono granché: Real, City, Bayern, Atletico, Arsenal, Barcellona, Porto e Real Sociedad. In pratica, sono tutte le prime di questa edizione. Tutte tranne una: il Dortmund, sostituita dal Porto. Ma il motivo è facile: ha vinto il girone più duro della manifestazione, quindi lo ha fatto raccogliendo meno punti delle altre. Una stortura che la prossima stagione sarà cancellata dalla nuova formula mista.
Round of 16 teams confirmed ?
E le italiane? Tutte qualificate, ma ai play off, ossia il turno supplementare da giocare a febbraio (la prima fase finirà il 29 gennaio, non più a dicembre) sempre tra andata e ritorno. Tre sarebbero teste di serie: si tratta di Inter (nona in classifica generale e quindi la prima delle escluse dai quarti per differenza reti con la Real Sociedad), Napoli e Lazio (undicesima e dodicesima) e giocherebbero il ritorno in casa. Il Milan, che pure si sarebbe qualificato, ma da diciottesimo, giocherebbe il ritorno in trasferta.
Una curiosità: ai play off andrebbero altre squadre eliminate in questa edizione. Come il Manchester United: oggi fuori da tutte le coppe, in una classifica generale sarebbe invece ancora in corsa per un posto agli ottavi, via play off. Stesso discorso per il Newcastle, ultimo nel girone del Milan, ma con più punti di tante altre squadre anche ripescate in Europa League, come il Braga. Il senso della nuova formula infatti è premiare il merito e ridurre il più possibile gli effetti di un sorteggio sfortunato.
(In caso di parità premiata la differenza reti. Qualificate agli ottavi le prime 8. Qualificate ai play off da teste di serie da 9a a 16a. Qualificate ai play off non teste di serie a 17a a 24a. Le altre eliminate)
Manchester City 18
Real Madrid 18
Bayern 16
Atletico 14
Arsenal 13
Porto 12
Barcellona 12
Real Sociedad 12
Inter 12
Lipsia 12
Borussia Dortmund 11
Napoli 10
Lazio 10
Shakhtar 9
Psv 9
Psg 8
Copenaghen 8
Milan 8
Lens 8
Feyenoord 6
Galatasaray 5
Newcastle 5
Manchester United 4
Benfica 4
Salisburgo 4
Braga 4
Young Boys 4
Celtic 4
Anversa 3
Siviglia 2
Union 2
Stella Rossa 1

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours