Pioli si libera dei piccoli ostacoli: “Non avrei mai immaginato che fosse la mia ultima esperienza al Milan, ma da dove provengono le critiche?”.

Estimated read time 2 min read

L’allenatore alle prese col caso Bennacer: l’Algeria lo ha preteso subito per la Coppa d’Africa, salterà la Coppa Italia col Cagliari. Deroga di una partita per Chukwueze con la Nigeria

Milano – Chiuso il 2023 con tre punti essenziali, Pioli dopo la partita ha scelto la vetrina di Sky per togliersi il classico sassolino dalle scarpe: “Mi sembra strano che mi facciate i complimenti e poi sento parlare di critiche: da dove arrivano? Io credo che la squadra possa fare bene e che possa fare diventare positiva la stagione”. La nuova complicazione arriva dalla Coppa d’Africa: la federcalcio algerina ha preteso l’immediato arrivo di Bennacer nel ritiro della Nazionale e il centrocampista, che col Sassuolo è stato il più efficace, non potrà dunque giocare nemmeno la partita di Coppa Italia del 2 gennaio a San Siro col Cagliari. Dalla Nigeria è invece arrivata la deroga per Chukwueze, che potrà dunque scendere in campo col Cagliari, prima di trascorrere appunto in Coppa d’Africa il suo gennaio.

Non è la sola preoccupazione del momento, anche se Pioli minimizza l’attuale involuzione di Leao e i fischi di San Siro al momento della sostituzione: “Erano fischi d’affetto, Rafa non ha ancora ritrovato il massimo della condizione atletica”. L’allenatore sottolinea di non avere mai pensato che quella col Sassuolo potesse essere la sua ultima partita sulla panchina del Milan: “La società mi ha sempre sostenuto”. Ammette, però, che il bilancio sportivo del 2023 poteva essere migliore: “Giudico il nostro anno sufficiente. Ora dobbiamo finire bene il girone d’andata e fare molti più punti nel girone di ritorno, consolidare il terzo posto per provare ad avvicinarci a chi ci sta davanti. L’Europa League deve essere un obiettivo. Ci sono squadre fortissime come il Livepool e il Leverkusen, ma non penso che noi siamo tanto lontani da loro. Certo l’Europa League di giovedì diventa ancora più pesante della Champions: scendendo in campo lunedì e domenica, non è facile. Ma dobbiamo assolutamente provarci e sperare di avere a disposizione un gruppo più completo, con più scelte”. Pioli, infine, non ha eluso l’argomento infortuni: ” A tutti auguro un nuovo anno di felicità e di salute. E magari lo auguro anche a noi, con qualche soddisfazione sportiva”.

NOME
AC Milan
ANNO DI FONDAZIONE

ALLENATORE
Stefano Pioli

STADIO
Giuseppe Meazza

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours