Nuova regolamentazione per i lavoratori rimpatriati: limitazione delle esenzioni fiscali e requisiti più rigorosi.

Estimated read time 1 min read
La nuova disposizione, utilizzata da più di 21.000 contribuenti nel 2021, ha criteri più rigorosi. Tuttavia, secondo Ludovici (fiscalista e partner di Gpbl), il limite di tre anni all’estero è ancora troppo basso.
MILANO — Il regime degli impatriati, introdotto dal Decreto internazionalizzazione (D.Lgs 147/2015), è stato creato per attrarre in Italia talenti, definiti dalla norma come “lavoratori con ruoli direttivi” o “con requisiti di elevata qualificazione o specializzazione”.
Le modifiche radicali al regime, tra cui quelle più significative introdotte con il Decreto Crescita (D.L. 34/2019), hanno consentito un rapido e diffuso utilizzo delle agevolazioni fiscali (per quanto riguarda le dichiarazioni dei redditi per il 2021, secondo il MEF, ben 21.200 persone ne hanno beneficiato.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours