Meloni al Senato: “Non escludo il veto sul patto di Stabilità”. Successivamente, mostra il fax di Di Maio per approvare il Mes.

Estimated read time 4 min read
La presidenza del Consiglio ha replicato in vista del Consiglio Ue. Alla sanità “abbiamo ottenuto il massimo di risorse mai avute”.
Sul patto di Stabilità “vediamo alcune possibilità”, si sta portando avanti “una negoziazione complessa, le posizioni di partenza sono lontane e penso che la posizione italiana debba essere decisa alla fine”. Lo ha dichiarato la premier Giorgia Meloni nella replica al Senato dopo il dibattito in vista del Consiglio Ue. “La posizione che è più lontana da noi è quella della Germania, non dell’Ungheria. Ma è legittima”, sottolinea.
Il veto sul patto di stabilità? “Io non escludo nessuna delle opzioni. Credo che si debba valutare ciò che è meglio per l’Italia, sapendo che se non si trova un accordo, torneremo ai parametri precedenti. Farò tutto il possibile per far ragionare i miei colleghi. Quello che stiamo proponendo è utile non solo per noi, ma per una strategia”, conclude.
“Nessun attacco a Draghi”, ribadisce la premier. “Non bisogna cambiare la prospettiva. Anche io sono salita su un treno per Kiev, mi riferivo al fatto che in passato c’è stata un’Italia che ha ritenuto che il suo ruolo dovesse essere quello di seguire la Francia e la Germania e mettersi in fila per una foto. Non credo che questa sia una politica estera”, ha osservato.
“Il governo Conte ha prestato il suo consenso al Mes in sordina”. Lo ha detto la premier, Giorgia Meloni, mostrando alle opposizioni il fax inviato all’ex rappresentante Massari da Luigi Di Maio in cui le autorizzava a firmare il Mes. E questo, ha aggiunto Meloni, è successo “il giorno dopo le dimissioni del governo Conte, quando era responsabile solo per le questioni correnti. Capisco le vostre difficoltà e imbarazzo, ma non si può sfuggire alla storia. Questo documento dimostra la scarsa serietà di un governo che prima di fare le casse ha lasciato questo problema al governo successivo”.
“Abbiamo destinato più risorse al diritto allo studio, all’Emilia Romagna, abbiamo fornito ancora più finanziamenti per la sanità. Con un piccolo escamotage tecnico, il fondo sanitario raggiunge il massimo di risorse mai avute nel fondo”. Così la premier.
“Durante gli anni di governo del centrosinistra il Pil crollava, ora con noi il Pil sta andando meglio”. Lo ha detto la premier Giorgia Meloni nel suo intervento al Senato. “La propaganda poi si scontra con la realtà”, ha aggiunto Meloni, che poi parla del Patto di stabilità, ricordando come la “negoziazione sia molto serrata e le posizioni di partenza siano distanti”. Ma si intravede qualche possibilità”, ha assicurato.
“Farò sempre la mia parte per ricordare le politiche disastrose” dei governi precedenti che siamo chiamati a riparare. L’austerità? Non so cosa intende, noi abbiamo smesso di sperperare i soldi degli italiani. con spese come quelle per il “superbonus” e i “banchi a rotelle. Non è austerità, ma serietà” ed è il motivo per cui gli italiani ci hanno chiesto di governare e a voi di fare un passo indietro”. Lo ha detto la premier rivolta alle opposizioni.
“Noi non stiamo vendendo armi a Israele. Oppure stai facendo riferimento alle armi che il governo Conte ha venduto ad Israele, dato che il governo Conte è stato quello che ha venduto più armi di tutti ad Israele”. Così la premier.
“Si cerca di fare tutto il possibile per smantellare il lavoro difficile” fatto dal governo nel campo dei migranti. “Mi ha colpito la reazione del Pd”. Sull’accordo con l’Albania, che “non viola il diritto internazionale”, “sono rimasta basita quando qualcuno ha paventato l’espulsione di Rama dal partito socialista europeo per aver osato aiutare l’Italia. Questo la dice lunga sul punto di vista che si ha nel mettere gli interessi del partito prima del bene della nazione. Credo che gli interessi della nazione debbano essere posti al di sopra di quelli del partito, non è quello che ho sempre visto a sinistra”. Aggiunge la premier.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours