Manchester City sconfigge Fluminense con un 4-0. Guardiola conquista il titolo del Mondiale per club, aggiudicandosi così il suo 37° trofeo.

Estimated read time 2 min read
Primo successo per il club inglese. L’Europa vince il torneo ininterrottamente dal 2013. Doppietta di Julian Alvarez, rissa protagonista di Felipe Melo dopo il fischio finale.
E sono 37 per Pep Guardiola. Trentasette come i suoi trofei. L’ultimo è il Mondiale per club, vinto per la prima volta nella storia dal suo City dopo aver battuto nettamente (4-0) il Fluminense nella finale di Gedda. Pep diventa anche l’allenatore più vincente nella storia del torneo (4 successi, superando Carlo Ancelotti) e l’ultimo ad alzare il trofeo prima della riforma del formato e l’avvento del torneo a 32 squadre. Record anche per Mateo Kovacic, con il suo quinto successo con tre squadre diverse. Il City conquista il quinto titolo del 2023 dopo Premier League, Champions League, FA Cup e Supercoppa Europea.
La partita
Non c’è partita nello stadio Re Abdallah. Dopo 40 secondi i cittadini sono già in vantaggio con un colpo di testa di Julian Alvarez, il più veloce a riprendere un pallone respinto dal palo dopo un tiro potente da fuori di Aké. La partita rimane molto sbilanciata grazie alla qualità del City, che nonostante l’assenza di Haaland, crea molte occasioni davanti alla porta di Fabio. Il Flu, con i veterani Felipe Melo e Marcelo, non riesce a tenere il passo dei giocatori di Guardiola, che raddoppiano al 27′ con un’autorete di Nino favorita da un cross dalla sinistra di Grealish.
Il trofeo torna a Manchester dopo 15 anni (l’United lo vinse nel 2008 contro l’LDU Quito) e rimane ancora una volta in Europa. L’ultima squadra sudamericana a vincere la ex Intercontinentale è stata il Corinthians nel 2012.
Da allora solo successi per il Vecchio Continente. Nella finale per il 3° posto vittoria degli egiziani dell’Al Ahly contro i giapponesi dell’Urawa Reds: 4-2.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours