Lo sciopero negli aeroporti causa la cancellazione di venti voli nazionali da parte di Ita. Di seguito, troverai l’elenco dettagliato.

Estimated read time 2 min read
Si interrompono le attività delle società di assistenza aeroportuale e di sicurezza a Milano, Firenze, Fiumicino e Venezia. Viene cancellato il servizio garantito.
MILANO – L’inizio dell’anno si preannuncia difficile, lunedì 8 gennaio, per i viaggiatori in partenza.
A seguito dello sciopero indetto dalle aziende di assistenza aeroportuale di Milano (Linate e Malpensa) e Firenze, e dalle società di sicurezza presso gli aeroporti di Fiumicino e Venezia, previsto per l’intera giornata di lunedì 8 gennaio, potrebbero verificarsi cambiamenti nell’operatività dei voli di Ita Airways. La compagnia è stata costretta a cancellare 20 voli nazionali previsti per l’8 gennaio, tuttavia saranno garantiti regolarmente tutti i voli internazionali.
L’annuncio è stato pubblicato da Ita sul suo sito ufficiale. È stato inoltre comunicato che Ita “invita tutti i passeggeri che hanno acquistato un biglietto per la giornata dello sciopero a verificare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, consultando il sito ita-airways.com nella sezione Info Voli o contattando l’agenzia di viaggio presso cui è stato acquistato il biglietto. I passeggeri che hanno acquistato un biglietto Ita Airways per volare l’8 gennaio, in caso di cancellazione o modifica dell’orario di volo, potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o richiedere il rimborso del biglietto (solo se il volo è stato cancellato o ha subito un ritardo superiore alle 5 ore) entro e non oltre il 12 gennaio”.
Ita mette a disposizione un numero verde dall’Italia, 800 93 60 90, e dall’estero si consiglia di chiamare +39 06 8596 0020.
Durante le giornate di sciopero, l’Enac ricorda che saranno garantiti tutti i voli dalle 7:00 alle 10:00 e dalle 18:00 alle 21:00, nel rispetto delle fasce orarie protette; i voli di collegamento con le isole (Sicilia, Sardegna, ecc.) con un’unica frequenza giornaliera; tutti i voli di Stato, militari, d’emergenza, sanitari, umanitari e di soccorso. Saranno inoltre assicurate l’arrivo a destinazione di tutti i voli nazionali in corso al momento dell’inizio dello sciopero; la partenza di tutti i voli programmati negli orari precedenti l’inizio dello sciopero e ritardati per cause indipendenti dalla volontà delle parti; tutti i collegamenti intercontinentali in arrivo, inclusi i transiti attraverso gli aeroporti italiani; i sorvoli del territorio nazionale e gli attraversamenti dello spazio aereo di responsabilità italiana.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours