L’imperdibile evento che si prospetta a marzo è la sfida tra Magnesi e il pugile giapponese Rikiishi: chi ne uscirà vittorioso avrà l’opportunità di competere per il titolo mondiale.

Estimated read time 3 min read

Silver Wbc dei pesi superpiuma che promette scontri tra il laziale e il mancino. In gioco c’è la sfida al campione O’Shaquie Foster.

In gioco non ci sarà soltanto il Silver Wbc dei pesi superpiuma, ma la reale possibilità per il vincitore di affrontare per il titolo mondiale il texano O’Shaquie Foster. Il 22 marzo Michael “Lone Wolf” Magnesi metterà in gioco una buona parte delle proprie ambizioni sfidando il giapponese Masanori Rikiishi. Un match decisivo che segue quello molto difficile vinto contro il colombiano Nike Theran. “Il presidente della Wbc Mauricio Sulaiman mi ha offerto questa grande opportunità e non lo deluderò, non lascerò che mi sfugga. Potrebbe essere l’incontro che definisce una carriera, voglio regalarmi e regalare alla mia gente una vittoria entusiasmante e prestigiosa”, spiega il 29enne Magnesi, che finora ha accumulato 23 vittorie di cui 13 per KO e una sola sconfitta.

Anche Rikiishi, il suo avversario, ha 29 anni, è originario di Nagoya e in carriera ha perso una sola volta. Imbattuto dal 2018 e attualmente al 5º posto nel ranking Wbc, una posizione sopra lo stesso Magnesi. Un ostacolo che però non spaventa il pugile laziale: “L’obiettivo è il mondiale Gold, sicuramente non sarò impressionato dalla sua abilità”, sottolinea Magnesi. “Lo rispetto, ma gli dico in anticipo che tornerà dall’Italia con la seconda sconfitta. Sono già pronto mentalmente, ho iniziato la preparazione, nei giorni scorsi sono stato una settimana in montagna per l’ossigenazione. Insomma, farò di tutto per essere al meglio. È il mio momento, e voglio ringraziare tutti gli sponsor che mi permettono di dedicarmi a questo sport 24 ore su 24, il mio instancabile team, il presidente della WBC Sulaiman e il vicepresidente Mauro Betti, che giorno dopo giorno credono sempre di più in me”.

“Sarà un match straordinario, mai come questa volta abbiamo bisogno del sostegno di tutta l’Italia”, le parole di Alessandra Branco, moglie e promotrice di Magnesi, nonché organizzatrice dell’evento con la sua A&B Events e il Team Magnesi. “Sono felice di essere riuscita ancora una volta a portare in Italia un evento di rilevanza mondiale, un’impresa difficile soprattutto con un pugile giapponese. Siamo riusciti a concludere una trattativa con la Kameda Promotion del promoter Koki Kameda, uno dei più noti a livello globale. È stato un duro lavoro fatto insieme all’agente del Team Magnesi Davide Bianchi, prolungatosi per mesi”.

L’incontro dovrebbe tenersi a Roma. “Di recente – anticipa Branco – abbiamo discusso con l’assessore di Roma Capitale per lo Sport, grandi eventi e turismo, Alessandro Onorato, nei prossimi giorni capiremo la fattibilità della cosa. Vista l’importanza dell’appuntamento, l’assessore si è dimostrato molto aperto. Ma nel frattempo ringrazio di cuore coloro che ci supportano da anni affinché Michael possa combattere in Italia, in particolare gli imprenditori Roberto Massarone, Ettore Lucarelli e Paolo Sbrozzi”.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours