L’effetto Ucraina dopo due anni: aumentano i prezzi di pane e pasta, il dilemma dell’olio di girasole.

Estimated read time 1 min read

Il Centro italiano di formazione e ricerca sui consumi ha condotto un’analisi dettagliata dei prezzi al dettaglio in cinque città italiane a distanza di due anni dall’inizio della guerra in Ucraina. Questo conflitto, che ha avuto inizio con l’aggressione russa nel febbraio 2024, ha avuto importanti ripercussioni sui costi di beni di prima necessità come pane e pasta, i quali continuano a mantenere prezzi più elevati, anche al netto dell’inflazione.

In particolare, per quanto riguarda l’olio di semi, si registrano aumenti nelle città del nord Italia. Tuttavia, secondo quanto riportato da Assitol, l’associazione italiana degli industriali dell’olio di lino, la crisi che ha colpito il settore sembra essere ormai giunta al termine.

Anche se l’olio di girasole sembra aver ristabilito una certa stabilità come materia prima, il suo prezzo al dettaglio rimane particolarmente elevato in alcune delle città prese in esame, registrando aumenti significativi rispetto a due anni fa.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours