La possibilità è che l’amministrazione Biden possa incrementare le tariffe sui veicoli elettrici provenienti dalla Cina.

Estimated read time 2 min read
L’aumento delle tariffe potrebbe rappresentare una mossa strategica da parte del presidente per mostrare il suo potere nei confronti della Cina mentre si avvicina alla campagna di rielezione del 2024.
ROMA – Auto elettriche cinesi? Gli Stati Uniti stanno prendendo precauzioni contro un concorrente indesiderato. L’amministrazione Biden sta valutando l’opzione di aumentare i dazi su alcune merci cinesi, inclusi i veicoli elettrici, al fine di rafforzare l’industria statunitense dell’energia pulita contro le esportazioni cinesi a prezzi più convenienti.
Il Wall Street Journal spiega come i funzionari dell’amministrazione Biden, che hanno a lungo avuto opinioni divergenti sulla politica commerciale, abbiano mantenuto in vigore le tariffe stabilite durante l’era Trump su circa 300 miliardi di dollari di merci cinesi. Tuttavia, i funzionari della Casa Bianca e di altre agenzie stanno nuovamente dibattendo l’argomento con l’obiettivo di rivedere le tariffe all’inizio dell’anno prossimo.
I veicoli elettrici cinesi sono già soggetti a una tariffa del 25%, che finora ha impedito alle case automobilistiche cinesi sussidiate di entrare nel mercato statunitense. Secondo il Wall Street Journal, un aumento di tale tariffa potrebbe permettere al presidente Biden di dimostrare la sua determinazione nei confronti della Cina mentre si avvicina alla campagna di rielezione del 2024. “La Cina è determinata a dominare il mercato dei veicoli elettrici utilizzando pratiche commerciali sleali, ma non lo permetterò”, ha minacciato Biden nel novembre scorso, parlando a una folla di membri del sindacato dei lavoratori dell’automotive.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours