Jannik Sinner a bordo della sua Ferrari: “La melodia di questo motore è senza paragoni”

Estimated read time 2 min read
Visita a Maranello per il tennista altoatesino, nuovo rappresentante nel mondo della Formula Uno. L’emozione dopo il giro sul circuito di Fiorano: “Mi sono sentito avvolto dalla vettura”. “La Ferrari rappresenta la storia e quel suono unico…”. Parole di Jannik Sinner che ha voluto vivere un’altra giornata memorabile. Il numero 4 del mondo, il tennista più amato dai tifosi nel 2023, ha varcato per la prima volta i cancelli di Maranello, sede del Cavallino Rampante. “Sia il tennis che l’automobilismo sono considerati sport individuali, poiché si è soli in campo o alla guida della vettura – ha detto Sinner – ma per ciascuno di noi è fondamentale avere un team alle spalle che lavori in armonia per raggiungere un obiettivo. E i sacrifici che i membri del team fanno sono gli stessi di chi gioca o guida. Si arriva in alto solo insieme, da soli non si va lontano”.
Nel corso della visita, Sinner ha incontrato il Ceo Benedetto Vigna e il team Principal della Scuderia di Formula 1 Fred Vasseur. Durante il tour della fabbrica, ha incluso una visita al Reparto Classiche e un giro a bordo della SF90 Spider Assetto Fiorano con il responsabile dei collaudatori Raffaele De Simone.
Rappresentante nel mondo della Formula 1 per il 2024, Sinner ha assorbito la passione per i motori dal padre e dal nonno. In pista, ha detto, “mi sono sentito avvolto dalla vettura, come se fosse un’estensione del mio corpo. Un po’ come la racchetta: solo decisamente più grande”.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours