Italo, le città connesse sono sempre di più e si sviluppano i servizi di trasporto multimodale.

Estimated read time 3 min read
Nuove destinazioni nella rete ferroviaria. La nuova Lounge della stazione Termini a Roma è stata inaugurata. Obiettivo del 2023: 25 milioni di viaggiatori. Italo sta facendo del suo meglio per avere successo anche nel settore aziendale, e con l’ingresso del nuovo socio, Msc, azionista di maggioranza, ha registrato una spinta. Le nuove destinazioni nella rete ferroviaria: diventano 54 le città servite e 62 le stazioni collegate, per un totale di 118 viaggi al giorno; da 26 a 56 servizi giornalieri combinati treno-autobus: la rete Italo-Itabus si espande nel Sud e fa il suo debutto in regioni come Basilicata, Marche e Abruzzo, oltre a raggiungere le località sciistiche invernali; notevole crescita nel settore aziendale (105.000 aziende viaggiano con Italo) e nel settore leisure (aumento della domanda anche dall’estero, da Paesi come USA, UK, Olanda e Spagna).

L’occasione per presentare i numeri è stata l’inaugurazione della nuova Lounge della Stazione Termini a Roma, 300 metri quadrati per accogliere i viaggiatori con il massimo comfort. Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Italo, ha commentato: “Italo è un’azienda giovane e di successo. Dimostriamo che la concorrenza, quando viene realizzata, porta vantaggi a tutti. Abbiamo rappresentato la più grande liberalizzazione italiana dopo quella della televisione. Siamo partiti 11 anni fa e abbiamo positivamente rivoluzionato il modo di viaggiare degli italiani, portando vantaggi per tutti i cittadini, sia in termini di riduzione dei prezzi che di miglioramento del servizio. Sembrava una scommessa rischiosa, ma oggi siamo una storia industriale di successo. Con l’ingresso di Msc come azionista di maggioranza, stiamo creando il primo gruppo intermodale in Europa, per offrire un vero servizio di mobilità integrata: treno, autobus e a breve anche nave. Agevoleremo gli spostamenti di viaggiatori e turisti, creando un servizio utile per il Paese”.

Accanto a lui Gianbattista La Rocca, amministratore delegato di Italo, ha ribadito l’intenzione di puntare sull’intermodalità: “Vogliamo fare di Italo un fornitore di servizi integrato, in grado di offrire al cliente soluzioni che arricchiscono e facilitano l’esperienza di viaggio. Ecco perché stiamo investendo nella creazione di una piattaforma integrata e stiamo sviluppando i nostri canali digitali con funzionalità che integrano diversi mezzi e servizi per un’esperienza sempre più completa ed efficiente. Gli investimenti nell’intermodalità rientrano sempre in questa prospettiva, offrendo combinazioni intelligenti tra il treno ad alta velocità e altri mezzi di trasporto. Non vogliamo solo raggiungere il “porta a porta”, ma andare oltre per offrire un servizio sempre più completo e soddisfare appieno le esigenze dei nostri viaggiatori”.
Il rapporto sui consumi
Un’iniziativa di Affari & Finanza in collaborazione con Conad e NielsenIQ
Luigi Gia, Paola Jadeluca
Stefania Aoi, Stefano Carli, Claudio Cucciatti, Vito de Ceglia, Luigi Dell’Olio, Mario Di Ciommo, Silvano Di Meo, Sibilla Di Palma, Massimo Franzosi, Marco Frojo, Andrea Frollà, Mariano Mangia

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours