Il risveglio del fuoco e le frasi equivoci della nuova corrente conservatrice

Estimated read time 1 min read
Nel suo nuovo saggio, Luciano Cheles esamina la decisione di utilizzare un doppio registro, da Almirante a Meloni. Inoltre, spiega il motivo per cui gli eredi di Mussolini non rinnegano il vocabolario e i simboli del passato.

Nel 1970, Giorgio Almirante, il segretario del Movimento Sociale Italiano, prende la parola durante il congresso del partito. Egli afferma che, se è vero che i comunisti “hanno vinto la guerra delle parole, noi finora l’abbiamo persa”. Per questo motivo, è importante “non rappresentare, noi stessi, in modo grottesco il Fascismo, o comunque in modo innaturale, anacronistico, stupido e nostalgico”.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours