Il Natale arriva anche per coloro che non hanno fede.

Estimated read time 1 min read

Albero di Natale a Kiev, Ucraina

Il vero significato sta nel fatto che, per tutti, non solo per i cristiani, testimonia la potenza dell’inizio. E che nel buio della disperazione c’è sempre una speranza che può aprirsi.

L’ascolto è disponibile solo per gli abbonati premium

L’avvicinarsi del Natale e della fine dell’anno invita a una riflessione comune tra credenti e non credenti. Qual è il significato di queste due giornate e come sono collegate? Cosa lega il giorno che miliardi di persone associano alla nascita di Cristo al giorno in cui un anno si conclude? E cosa ci dicono questi due concetti – inizio e fine – in una stagione come quella che stiamo vivendo, segnata dalla sensazione di una fine imminente e dalla mancanza di fiducia in un nuovo inizio?

La revisione di un testo del grande teologo tedesco Romano Guardini, Natale e Capodanno.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours