Il lato oscuro della Roma è rappresentato da Mourinho, il caos viene utilizzato come diversivo per mascherare l’assenza di gioco.

Estimated read time 1 min read
Reazioni disordinate, un metodo intimidatorio pianificato, soprattutto nelle partite casalinghe. Al fine di creare una atmosfera da corrida, supportata dai 60.000 dello Stadio Olimpico, a volte utile per ribaltare il corso delle partite. Contro l’Atalanta, per l’allenatore portoghese è arrivato il settimo cartellino rosso da quando è nella Capitale.
E sono sette. I cartellini rossi ricevuti da José Mourinho da quando allena la Roma. In meno di tre anni. Se non è un record, ci manca poco. Ieri sera l’ultimo della serie, ricevuto praticamente allo scadere del tempo della sfida con l’Atalanta. Protagonista l’arbitro Aureliano, colpevole secondo Mou, di una direzione di gara dubbia culminata con l’omissione del fischio per l’azione di Lukaku diretto alla porta.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours