Il Decreto Crescita pone a rischio il mercato di gennaio per i club di Serie A senza vantaggi fiscali: scopriamo cosa accade.

Estimated read time 1 min read

Lo scorso anno, grazie alle agevolazioni fiscali sono arrivati giocatori come Christian Pulisic, Thuram e Weah. Milan e Inter hanno risparmiato oltre 5,5 milioni di euro rispettivamente. Senza una proroga, i club dovranno rivedere la propria strategia. La Serie A protesta, mentre l’associazione calciatori esulta.

Dal 1 gennaio cambieranno le regole. Le squadre di calcio che portano in Italia giocatori e allenatori che nei due anni precedenti hanno lavorato all’estero non potranno più beneficiare di agevolazioni fiscali previste dal decreto Crescita. Nonostante la decisione finale non sia ancora presa, il governo sembra non disposto a concedere neanche una “mini proroga” fino al 29 febbraio, richiesta dai club di Serie A, che avrebbe almeno consentito di sfruttare i vantaggi fiscali nella sessione di calciomercato di gennaio.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours