Il campionato viene interrotto a causa dell’aggressione del presidente dell’Ankaragucu all’arbitro Meler in Turchia.

Estimated read time 1 min read
Follia criminale ad Ankara, dove si è giocato il posticipo del massimo campionato turco, la Super Lig, tra l’Ankaragucu e il Rizespor. Al fischio finale del match, terminato 1-1, il presidente della squadra di casa, Faruk Koca, è entrato in campo e ha colpito con un cazzotto in faccia l’arbitro dell’incontro, Halil Umut Meler, 37 anni, fischietto internazionale. Quando il direttore di gara è crollato a terra, Koca – insieme ad alcuni uomini a lui vicini – lo ha colpito con calci violentissimi, centrandolo anche al volto. Ricoverato in ospedale con un trauma cranico, non è pericolo di vita.
Il ministro dell’Interno Ali Yerlikaya ha annunciato l’arresto di tre uomini, tra cui Koca, che è stato eletto due volte, nel 2002 e nel 2007, deputato dell’Akp, il partito islamista conservatore del presidente Erdogan. Il campionato turco è stato sospeso: “Le partite di tutti i campionati sono state rinviate a tempo indeterminato”, ha annunciato in conferenza stampa il presidente della Tff, la Federcalcio turca, Mehmet Buyukeksi.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours