Genoa-Juve, quanto è accaduto al rigore di Chiesa?

Estimated read time 2 min read

Il calcio di rigore di Federico Chiesa

L’analisi del momento che ha sbloccato la partita a Marassi

La dinamica di Genoa-Juventus cambia al minuto 28 quando Federico Chiesa porta in vantaggio i bianconeri su calcio di rigore. È lo stesso attaccante italiano a procurarsi la punizione massima. Ma cosa è successo in area rossoblu?

Due minuti prima del gol, il Genoa cerca di costruire un’azione partendo dal portiere Martinez. Dopo una serie di passaggi, Vlahovic è furbo nel lanciarsi verso un pallone calciato a metà campo da Badelj. Chiesa, con altrettanta rapidità, si accorge che l’intercetto del compagno di squadra è riuscito e si scaglia verso la porta. L’attaccante serbo gli serve la palla prima che l’italiano finisca in fuorigioco.

Una volta solo di fronte a Martinez, Chiesa cerca di superarlo spostando la palla verso destra e correndo in posizione defilata rispetto alla porta del Genoa. Il portiere avversario non può fare altro che abbatterlo. Tuttavia, non viene ammonito poiché il suo intento era quello di giocare il pallone. Nessun dubbio, nessuna polemica: rigore netto. Che Chiesa stesso ha poi trasformato in gol.

Il calcio di rigore, come detto, è stato eseguito da Chiesa che se l’era procurato. Senza discussioni in campo, è stato lui a tirarlo e non Vlahovic. Quest’ultimo ha sbagliato 3 dei suoi ultimi 5 tentativi, l’ultimo dei quali è stato un rigore parato da Di Gregorio del Monza.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours