Finalmente si avviano gli uomini-jet a Val Gardena: Bennett supera inaspettatamente Kilde e Odermatt.

Estimated read time 2 min read
Bryce Bennett al traguardo
Dopo quattro gare cancellate per maltempo, la prima discesa della stagione va all’americano sceso col numero 34. Azzurri fuori dai primi dieci
Dopo tanti rinvii, fatica, maltempo, trasferimento a vuoto, ci voleva la classica della Val Gardena per far partire finalmente la stagione degli uomini-jet. In una giornata di sole, freddo e condizioni perfette il debutto è spettacolare, con i primi tre in 5 centesimi: ma a vincere non è il più decorato della coppa passata, Aleksander Aamodt Kilde, secondo, il norvegese che ha sfiorato la sesta affermazione sulla Saslong. Nemmeno Marco Odermatt, lo svizzero terzo a 0’’02 da Kilde che non ha mai vinto una libera in Coppa riservandosi il privilegio di conquistare il Mondiale di Courchevel in questa disciplina. A battere tutti è il sorprendente Bryce Bennett, 31enne americano, sceso col numero 34: retrocesso nelle classifiche, ma sempre dotato di un feeling su questa pista su cui ha già vinto nel 2021. In questa occasione ha sfruttato le particolari condizioni di Gardena, la pista si cui è migliorata la visibilità per i numeri più alti. Da segnalare anche il quarto posto del francese Nils Allegre (numero 25), il sesto dell’austriaco Stefan Babinsky (44), il settimo dell’altro francese Matthieu Bailet (33) e l’ottavo dello svizzero Marco Kohler (41).
Nella prima parte di gara si sono avvicinati al podio gli azzurri, prima di uscire dalla Top 10 con l’arrivo dalle retrovie degli atleti meno accreditati: Dominik Paris ha chiuso undicesimo a 0’’52, Christof Innerhofer (38 anni) e Mattia Casse dodicesimi a 0’’54, Florian Schieder quindicesimo a 0’’59.
Dopo la nevicata di mercoledì, finalmente ci sono state le condizioni per disputare una discesa. In precedenza gli uomini più veloci della Coppa del mondo sono stati vittime di maltempo, rinvii e cancellazioni in quattro eventi: le due libere di Zermatt-Cervinia, poi le prove in programma a Beaver Creek. La prima discesa gardenese, su una pista più corta, era proprio un recupero di quella saltata a Zermatt-Cervinia: la prova classica della Saslong è in programma sabato.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours