De Laurentiis ammette: “Tutto è colpa mia, mi scuso con i tifosi del Napoli per la situazione attuale.”

Estimated read time 3 min read

Aurelio De Laurentiis, 74 years old
The president: “The championship is long and we will move in the market to fix it”
“The current situation is solely my fault”. Aurelio De Laurentiis faced it. After the 0-0 against Monza, the president of Napoli intervened on the difficult moment of the champions of Italy, far away from the top and currently outside the Champions Zone: “Everything that has happened so far – said De Laurentiis – is solely my responsibility. Players and coach are not to blame. I have to apologize to Napoli fans if we are where we are in the standings. But the championship is long and we will move in the market to fix it. When I return from the Super Cup in Saudi Arabia, I will tell you my point of view, the truth is only known by those who live inside the various situations.”

The number one of Napoli then pointed the finger at the referee designer Gianluca Rocchi: “Tonight I also have to ask Gravina and Rocchi to try to give a sense of fairness, but above all of spectacle to Italian football, because it is becoming a constant that instead of football matches we see rugby matches constantly interrupted and without fairness in the distribution of yellow cards. But I don’t want to talk about refereeing against Napoli, which there have been, as there have been against many others. But dear Rocchi, you can’t allow a referee to throw out both Palladino and Mazzarri. This is not football. It seems he had to use the card at all costs to be respectable. Instead, the card must be distributed fairly. It seems that oxygen does not reach the brain after running so much, so I tell Rocchi that it is time to make changes, as we do with players.”

Aurelio De Laurentiis, 74 anni
Il presidente: “Il campionato è lungo e ci muoveremo sul mercato per rimediare”
“La situazione attuale è solo colpa mia”. Ci ha messo la faccia, Aurelio De Laurentiis. Dopo lo 0-0 contro il Monza, il presidente del Napoli è intervenuti sul difficile momento dei campioni d’Italia, lontanissimi dalla vetta e al momento fuori dalla zona Champions: “Tutto quello che è successo finora – ha detto De Laurentiis – è solo responsabilità mia. Giocatori e allenatore non hanno colpe. Devo chiedere scusa ai tifosi del Napoli se siamo dove siamo in classifica. Ma il campionato è lungo e ci muoveremo sul mercato per rimediare. Quando tornerò dalla Supercoppa in Arabia Saudita vi raccontererò il mio punto di vista, la verità la conosce solo chi vive dall’interno le varie situazioni”.

Il numero uno del Napoli ha poi puntato l’indice contro il designatore degli arbitri Gianluca Rocchi: “Stasera devo anche pregare Gravina e Rocchi di cercare di dare un senso di equità, ma soprattutto di spettacolarità al calcio italiano, perché sta diventando una costante che invece di partite di calcio vediamo partite di rugby interrotte continuamente e senza che ci sia equità nella distribuzione dei cartellini. Ma io non voglio parlare di arbitraggi a sfavore del Napoli, che pure ci sono stati, così come ci sono stati a sfavore di tante altre. Ma caro Rocchi, lei non può permettere che un arbitro butti fuori sia Palladino che Mazzarri. Questo non è calcio. Sembra che avesse l’utilizzo del cartellino a tutti i costi per essere rispettabile. Invece il cartellino deve essere distribuito con equità. Sembra che non arrivi l’ossigeno al cervello dopo aver corso tanto, allora dico a Rocchi che è il caso di fare i cambi, come facciamo coi calciatori”.

NOME
SSC Napoli
ANNO DI FONDAZIONE

ALLENATORE
Walter Mazzarri
STADIO
Diego Armando Maradona

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours