Conte e la nota riguardante l’aspetto etico del lato politico di destra. Sgarbi: “Non ha cognizione di ciò che afferma”. Santanchè: “Mi chiede le dimissioni? Gli rispondo con un bacio”.

Estimated read time 2 min read
Daniela Santanchè partecipa all’inaugurazione di Artigiano in Fiera a Rho
“La risposta al discorso del leader del Movimento 5 Stelle su Repubblica. Crosetto: ‘Surreale, ha una strana concezione della democrazia'”
“È un po’ surreale che Conte sollevi questioni morali”. Guido Crosetto risponde alla lettera aperta di Giuseppe Conte su Repubblica rivolta a Giorgia Meloni, introducendo una questione morale nella destra. Citando i casi dei sottosegretari Andrea Delmastro e Vittorio Sgarbi e della ministra Daniela Santanchè, il leader del Movimento 5 Stelle ha affermato: “Oltre alle questioni giudiziarie, che poi vengono risolte nei tribunali, ci sono ragioni di opportunità politica. Perciò facciamo un ultimo appello, Presidente Meloni. Prenda finalmente decisioni chiare su questi comportamenti. Spetta a lei il compito di preservare l’onore e il prestigio delle istituzioni”. Il ministro della Difesa, ospite del Forum Adnkronos, liquida nettamente questo appello: “Sono un garantista, sempre garantista anche con gli avversari. Delmastro è stato rinviato a giudizio con la richiesta del pubblico ministero di non rinviarlo a giudizio, il che mi dà l’idea di come potrebbe finire. Non mi sembra che Santanchè abbia nulla a che fare con questioni giudiziarie, per quanto riguarda Sgarbi, eccetto qualche inchiesta fatta da qualcuno, non mi sembra che ci sia nulla a livello giudiziario. Quindi dovremmo dimetterci a causa di articoli scritti da giornali amici di Conte? Conte ha una strana concezione della democrazia…”
Ride Daniela Santanchè in risposta ai giornalisti che le chiedono un commento sulla lettera di Conte. Riguardo a lei, l’ex primo ministro ha scritto: “La ministra ha preso in giro il Parlamento e i cittadini in molte occasioni che le sono state contestate e che riguardano anche questioni fondamentali come il trattamento dei lavoratori, che si incrocia in questo caso anche con l’uso di fondi statali per l’emergenza Covid”. “E io mando un bacio a Conte”, ha replicato Santanchè.
La risposta di Vittorio Sgarbi è più accesa: Conte, ha detto il sottosegretario, “non sa quello che dice. Prima di parlare delle mie consulenze, si occupi delle sue: dal caso Retelit fino a quelle con Acqua Marcia Spa”.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours