Come viene gestita l’imposta Imu sui case di proprietà da parte del personale della Marina che non ci risiede?

Estimated read time 1 min read

In base alla legge, l’Imu è dovuta dai proprietari che non risultano anagraficamente residenti degli immobili che possiedono. Tuttavia sono previste alcune esenzioni per specifiche categorie di contribuenti, come nel caso dei dipendenti delle Forze armate.

Non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell’applicazione dell’Imu per un unico immobile di proprietà che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e dal personale appartenente alla carriera prefettizia.

L’esenzione riguarda anche le pertinenze accatastate con l’immobile per uso abitativo, ma è escluso per gli immobili di lusso (A/1, A/8, A/9).

Quindi se lei non possiede altre case, ha diritto a non pagare l’imposta per l’appartamento acquistato anche se non vi trasferisce la residenza, a patto che, ovviamente, l’immobile rimanga a sua disposizione e non sia dato in locazione.

Per ottenere l’esenzione, dovrà presentare la dichiarazione Imu al Comune entro il giugno del prossimo anno (riferita al 2023), altrimenti perde il diritto all’agevolazione.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours