Circa uno su quattro italiani spedisce i regali indesiderati al mittente.

Estimated read time 2 min read

In base a un sondaggio condotto da Dynata per conto di Revolut, il 25% degli italiani restituirebbe sistematicamente o occasionalmente ai mittenti i regali indesiderati. Durante il periodo natalizio, il pensiero da solo non è sempre sufficiente. Infatti, il 3% degli italiani restituirebbe sistematicamente ai mittenti i regali non graditi ricevuti durante le festività, mentre il 22% lo farebbe occasionalmente, nonostante consideri questo comportamento almeno imbarazzante. Questi risultati emergono da uno studio condotto nel mese di settembre da Dynata per conto dell’app finanziaria Revolut che ha coinvolto un campione rappresentativo di oltre mille adulti. Nello specifico, nel 16% dei casi il regalo ricevuto sarebbe comunque apprezzato,indipendentemente dalla sua natura, mentre per il 39% del campione vale il detto “a caval donato non si guarda in bocca”. Il 19% dei partecipanti ha dichiarato invece di ricevere sempre regali in linea con le proprie aspettative.

Guardando dal punto di vista economico, il regalo più ambito per il nuovo anno è l’aumento del salario, citato dal 26% del campione. Seguono il rimborso completo dei prestiti e la riduzione del tasso di inflazione, entrambi menzionati dal 17%, e l’accesso a informazioni utili per far crescere i propri risparmi, citato dal 16%. Meno tasse, interessi più alti sul proprio conto e mutui vantaggiosi sono i desideri rispettivamente del 13%, 6% e 1% del campione.

In termini di budget preventivo per le festività, il 16% dei partecipanti aveva previsto di spendere tra 50 e 100 euro, il 27% tra 100 e 200 euro e il 40% almeno 200 euro. Tuttavia, c’è anche il 2% che non aveva intenzione di fare regali e il 5% che aveva fissato come tetto massimo una spesa di 50 euro.

Il rapporto sui consumi
Un’iniziativa di Affari & Finanza in collaborazione con Conad e NielsenIQ

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours