Bologna batte Roma 2-0: rossoblù impeccabili, adesso occupano il quarto posto da soli

Estimated read time 2 min read
Grande partita della squadra di Thiago Motta, che si aggiudica la vittoria grazie al gol di Moro e all’errore di Kristensen
Il Bologna sconfigge la Roma con un punteggio di 2-0 al Dall’Ara e ottiene la quarta posizione in Serie A da solo, con 28 punti. La squadra rossoblù registra la quinta vittoria consecutiva in casa, una situazione che non si verificava dalla stagione 2018-19, grazie al gol di Moro e all’autogol di Kristensen. In era dei tre punti per vittoria, il Bologna non aveva mai ottenuto 28 punti dopo le prime 16 partite di campionato. Al contrario, le ambizioni si ridimensionano per i giallorossi, privi di Dybala e Lukaku, che vengono superati da Fiorentina e Napoli (prossima avversaria all’Olimpico) e scivolano al settimo posto.
“La cronaca della partita”
L’attacco della Roma è affidato a Belotti ed El Shaarawy (che oggi indossa la maglia numero 250 della Roma), mentre Thiago Motta non rinuncia a Zirkzee. Queste due squadre sono tra le sei del campionato che hanno concesso meno tiri in porta agli avversari. Non sorprende, quindi, che il primo tiro nello specchio arrivi solo al 29′. Llorente vede Ravaglia fuori dai pali (che sostituisce Skorupski) e calcia a porta da una lunga distanza su punizione: il portiere recupera la posizione e mette in angolo, per poi salvare due minuti dopo su un colpo di testa di Belotti.
Al 37′ il Bologna segna: una verticalizzazione sulla destra per Ndoye, cross basso e Moro segna il gol vincente per l’1-0. Il raddoppio del Bologna arriva ancora dalla destra, al 49′ del secondo tempo. Ferguson avanza lungo quella corsia e crossa, Kristensen è sfortunato a causa di un rimbalzo con Ndoye: così il danese segna l’autogol per il 2-0. Mourinho cerca di dare una scossa alla sua squadra al 64′.
Renato Sanches viene bocciato, dopo essere entrato nel secondo tempo e richiamato in panchina dopo diciotto minuti per fare spazio a Bove, mentre Llorente lascia il campo per Azmoun. A spegnere le speranze di rimonta dei giallorossi è Ravaglia, che al 80′ blocca il tiro di Belotti. L’ultima occasione è per Ndoye che, faccia a faccia con Rui Patricio, spreca l’opportunità del 3-0. La sostanza non cambia: Thiago Motta vince lo scontro diretto per la zona Champions e complica la situazione di Mourinho. È atteso un dibattito sul “manca” secondo cartellino giallo per Beukema, successivamente sostituito.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours