Barbera diventa il nuovo presidente della Consulta. Riguardo all’abuso di decreti legge e maxi emendamenti, si afferma: “Il voto di fiducia indica una mancanza di forza nella maggioranza”.

Estimated read time 1 min read

Mentre il Parlamento è bloccato sulla votazione per la quindicesima toga, una nuova sfida attende l’ex presidente Sciarra per la Scuola della magistratura se il Guardasigilli Nordio dovesse scegliere come giurista l’ex vice della Consulta Zanon

Un’elezione, per una volta, senza suspense, ma del tutto meritata quella di Augusto Barbera al vertice della Corte costituzionale. Poco dopo le 11, a confermarlo nelle funzioni di presidente che già svolge da un mese dopo la conclusione del mandato di nove anni della ex Silvana Sciarra, sono stati i suoi 13 colleghi. Mentre lui stesso, con eleganza, ha votato scheda bianca.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours