Agnolin, il risoluto Braschi, il primato di Brych e il doppio infortunio a Cipressa: anche i direttori di gara subiscono danni inaspettati.

Estimated read time 1 min read

Un malcapitato guardalinee durante la partita Cosenza-Catanzaro ha subito la rottura dei tendini rotulei di entrambe le ginocchia. Un paio di giorni prima, Abisso era stato costretto al riposo durante Bologna-Verona, mentre Doveri si era fermato durante l’intervallo di Lecce-Inter. Tuttavia, c’è chi in passato ha resistito al dolore, completando la partita nonostante le avversità.

Anche gli arbitri, nonostante la loro ruvida esperienza, possono inciampare, scivolare, o incontrare ostacoli nel corso delle loro scorribande sul campo – una buca, una telecamera, o un giocatore – e finire per infortunarsi. Dobbiamo ammirarli per il fatto che non simulano mai. A volte arrivano le barelle per sollevarli, altre volte è il loro stoicismo che li fa proseguire in campo, nonostante i dolori e le contusioni. Si tratta di stress da prestazione, fatalità, o destino avverso.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours