Accordo da 2,4 milioni di euro stabilito per l’arresto dell’emulatore di Switch Nintendo-Yuzu.

Estimated read time 2 min read
Stop Yuzu, un popolare emulatore software che ha destato polemiche con Nintendo, è stato al centro di un accordo milionario appena una settimana dopo l’inizio della causa legale. Nintendo ha annunciato di aver raggiunto un’intesa del valore di 2,4 milioni di euro con Tropic Haze, una società con sede nel Rhode Island che sviluppa e distribuisce Yuzu. Questo emulatore, secondo Nintendo, consentiva di ‘piratare’ i giochi della console Switch. L’accordo ha comportato il ritiro di tutte le accuse da parte di Nintendo contro Tropic Haze.
Tropic Haze ha concordato di pagare 2,4 milioni di dollari a Nintendo per danni e spese legali, si è impegnata a cessare l’uso di Yuzu e ha garantito di non sviluppare altri emulatori che violino le protezioni di Nintendo. Tuttavia, la controversia legale potrebbe non essere completamente risolta, poiché l’accordo non influenza la decisione del tribunale del Rhode Island, a cui Nintendo ha presentato un ricorso. Tropic Haze ha ulteriormente dichiarato di non appellarsi a questa decisione.
In un comunicato pubblicato sul sito di Yuzu, i dirigenti di Tropic Haze hanno ringraziato la comunità per il supporto ricevuto e hanno chiesto agli utenti di accettare la chiusura delle attività legate all’emulatore. Hanno sottolineato di aver avviato il progetto per la passione nei confronti di Nintendo e delle sue console, manifestando il loro dissenso nei confronti della pirateria.
Yuzu, originariamente concepito per permettere di giocare ai titoli delle console Nintendo precedenti, è stato adattato da Nintendo per accedere ai giochi della Switch, la console attuale dell’azienda giapponese. Gli emulatori sono software che possono essere scaricati su computer o smartphone e che consentono di giocare a giochi progettati per specifiche console. Inizialmente pensati per far girare giochi obsoleti sulle ultime console, gli emulatori sono progrediti fino ad includere anche i titoli più recenti.

You May Also Like

More From Author

+ There are no comments

Add yours